...
🧑 💻 Recensioni e notizie dal mondo dei programmi, automobili, gadget e computer. Articoli su giochi e hobby.

Recensione Whoop 3.0: migliorare la forma fisica monitorando il recupero

110

Voto: 7/10?

– 1 – Immondizia calda assoluta

  • 2 – Una sorta di immondizia tiepida
  • 3 – Design fortemente imperfetto
  • 4 – Alcuni pro, molti contro
  • 5 – Accettabilmente imperfetto
  • 6 – Abbastanza buono da comprare in saldo
  • 7 – Ottimo, ma non il migliore della categoria
  • 8 – Fantastico, con alcune note a piè di pagina
  • 9 – Stai zitto e prendi i miei soldi
  • 10 – Assoluto Design Nirvana

Prezzo: $ 30/mese

Cameron Summerson

Ci sono un miliardo di fitness tracker (dare o ricevere) sul mercato. Ma Whoop è uno dei pochi (unico?) tracker in cui l’attenzione è concentrata sul recupero. È una filosofia affascinante perché il recupero è l’aspetto più importante dell’allenamento. Ma quanto bene funziona ed è effettivamente utile?

  • Un tracker molto mirato per un tipo specifico di persona
  • Tiene traccia del recupero in modi significativi e attuabili

  • Abbonamento costoso
  • Nessuna visualizzazione o interazioni tangibili
  • Utilizzo estremamente limitato

Ho usato il cinturino Whoop 3.0 negli ultimi due mesi e mezzo (o giù di lì) per scoprirlo. L’ho tolto solo una manciata di volte, quindi è stato praticamente attaccato al mio corpo durante le attività, il sonno e tutto il resto nelle ultime dieci settimane.

Il principale punto critico per me fin dall’inizio è stato il prezzo. L’hardware di Whoop è tecnicamente "gratuito", ma devi accettare di pagare all’azienda $ 30 al mese in cambio del servizio. Non c’è una prova, ma puoi restituire il cinturino e riavere i tuoi soldi se cambi idea entro il primo mese Se annulli dopo, tieni la fascia, ma senza il servizio è comunque inutile.

Quindi ne vale davvero la pena per un dispositivo senza schermo, solo fitness tracking tangenziale, durata della batteria stranamente breve e precisione della frequenza cardiaca discutibile?

Si, più o meno.

Cos’è Whoop?

Recensione Whoop 3.0: migliorare la forma fisica monitorando il recupero

Cameron Summerson

Ho avuto più di una persona che mi ha chiesto cos’è Whoop mentre lo indossavo perché non assomiglia a nessun altro fitness tracker sul mercato. Per iniziare, non c’è lo schermo. Non c’è modo di interagire direttamente con il dispositivo stesso. Lo indossi e lascia che faccia il suo dovere. L’unità stessa è nera, ma puoi almeno acquistare diversi cinturini per abbellirla un po’.

Quindi, per rispondere alla domanda nel sottotitolo: è complicato. È una specie di fitness tracker, ma ho difficoltà a vederlo in questo modo: il monitoraggio del fitness effettivo è più un ripensamento nella mia mente. La vera abilità di Whoop è il monitoraggio del recupero. Quindi sì, è un tracker del sonno, ma non è solo un tracker del sonno.

In breve: ti dice quando sei riposato, guarito e pronto per la tensione. O non pronto. Fornisce un punteggio di recupero giornaliero per aiutarti a quantificare facilmente queste informazioni, oltre a un coach del sonno che ti guida su quanto sonno hai bisogno in una determinata notte.

Whoop misura il tuo recupero monitorando la variabilità della frequenza cardiaca o HRV. Questo è un argomento complicato (e molto più sfumato di quanto posso ottenere nell’ambito di questo pezzo), ma il lungo e il breve è che è il tempo misurato tra i battiti del tuo cuore. È una metrica più raffinata di "battiti al minuto".

Come spiega Whoop in questo sguardo dettagliato all’HRV (dovresti leggere questo se sei interessato a conoscere i dettagli più fini), se la tua frequenza cardiaca è di 60 bpm, ciò non significa automaticamente che batte una volta al secondo. Ci sono sfumature all’interno di questi battiti: uno può richiedere meno di un secondo, mentre il successivo richiede più di un secondo.

Recensione Whoop 3.0: migliorare la forma fisica monitorando il recupero

Cameron Summerson

Ecco la parte difficile: penseresti che più il tuo HRV è regolare, più il tuo corpo è guarito e preparato, giusto? No, in realtà è il contrario. Maggiore è la variabilità tra i battiti, maggiore è il recupero.

Questa è una metrica chiave per Whoop e la base per l’intero sistema di quantificazione del recupero. La ricerca e il ragionamento alla base di questo sono ben evidenziati nel pezzo sopra collegato, quindi consiglio vivamente di leggerlo per un’immersione più approfondita nell’HRV. È roba affascinante.

La cosa principale da tenere a mente qui è che ogni persona è diversa. Certo, gli studi ombrello forniscono una panoramica generale dell’HRV medio per diversi gruppi di persone, ma in definitiva, questo è un confronto tra mele e arance. Non puoi davvero confrontare il tuo HRV con quello di qualcun altro perché diversi fattori possono farlo variare notevolmente da persona a persona. Whoop usa il tuo HRV specifico per monitorare il recupero del tuo corpo.

Comunque, basta parlare di HRV! Il vero scopo di Whoop non è aiutarti a monitorare ogni aspetto delle tue prestazioni. È per aiutarti a sapere quando stai superando il limite e quando ti sei ripreso, entrambi i quali possono aiutare a prevenire il sovrallenamento.

Naturalmente, tiene traccia anche delle attività: in quale altro modo saprà come bilanciare il carico tra lo sforzo quotidiano e il recupero? Ma ancora una volta, non devi davvero fare nulla. Come le prestazioni del sonno e il recupero, anche Whoop è progettato per rilevare automaticamente le attività.

Recensione Whoop 3.0: migliorare la forma fisica monitorando il recupero

Detto questo, è stato piuttosto incostante per me. A volte, non rileva affatto l’attività. A volte, rileva parte dell’attività. A volte, lo inchioda.

La buona notizia è che puoi inserire manualmente la tua attività in seguito, modificare eventuali rilevamenti automatici errati o persino iniziare un’attività in anticipo. Ma ancora una volta, tutto deve essere fatto dal tuo telefono perché non c’è schermo sul dispositivo.

A differenza della maggior parte degli altri tracker di attività, tuttavia, Whoop prende in considerazione tutto ciò che fai. Dal lavoro alle faccende domestiche allo shopping, tutto questo va nel tuo punteggio di sforzo quotidiano. Perché Whoop si rende conto che c’è molto di più per la maggior parte degli atleti oltre all’atletica.

Quindi, quanto è preciso Whoop?

Oof, questa è una domanda carica! Insomma direi: ehhhh. Ma questo è un problema semplicemente più grande di Whoop.

Poiché Whoop è progettato principalmente per essere indossato al polso, è qui che misura la frequenza cardiaca. E nella mia (per lo più vasta) esperienza con i rilevatori di frequenza cardiaca al polso, non sono eccezionali quando si tratta di precisione. A peggiorare le cose, il più delle volte, non sono nemmeno costantemente imprecisi, a volte possono ottenere dati corretti sulle risorse umane. Altre volte potrebbe essere selvaggiamente fuori.

E non è diverso con Whoop. Traccio tutti i miei allenamenti con una fascia toracica e, a volte, Whoop si trova entro un ragionevole margine di errore: due o tre battiti al minuto. Quindi, ad esempio, la mia fascia toracica potrebbe dire che la mia FC massima era 160 per un determinato allenamento, mentre Whoop potrebbe sputare indietro 158 o 162. È accettabile.

Recensione Whoop 3.0: migliorare la forma fisica monitorando il recupero Recensione Whoop 3.0: migliorare la forma fisica monitorando il recuperoA sinistra: Whoop; A destra: Garmin Connect (utilizzando una fascia toracica). Nota la differenza nella frequenza cardiaca media.

Trovo che sia più impreciso agli estremi, però, la fascia bassa e quella alta. Ad esempio, se metto in rosso la mia frequenza cardiaca a 185 o 186, Whoop raramente (se mai) lo vedrà e mi darà un numero molto più basso. Spesso legge la mia frequenza cardiaca a riposo 3-5 battiti più in alto. Lo stesso si può dire per le calorie bruciate: non c’è alcuna possibilità che mi fidi del monitoraggio delle calorie di Whoop.

Ho anche riscontrato una strana anomalia in cui rilevava casualmente la mia frequenza cardiaca come 170-180 per un periodo compreso tra 10 e 50 minuti senza motivo. Come se fossi seduto alla mia scrivania. O passeggiando per un negozio. Questo è successo circa otto volte (o giù di lì) durante la mia fase di test, ma era molto più comune nelle prime due settimane.

Per combattere questo, Whoop mi ha inviato la fascia per bicipiti per provare, ma alla fine era semplicemente troppo fastidioso da indossare regolarmente, quindi quel test è stato di breve durata e sono tornato al cinturino da polso.

Ma questo è il punto. La precisione è fondamentale quando osserviamo sfumature così piccole come l’HRV. Ma c’è anche la chiave della coerenza, qualcosa che predico da un po’. Se indossi Whoop perché è progettato per essere indossato, tutto il giorno, tutti i giorni, la consistenza dovrebbe vincere le imprecisioni che si presentano.

Perché il punto è ottenere un’istantanea dettagliata della tua salute generale e del tuo recupero, non uno sguardo intimo ai dati sulla frequenza cardiaca. Puoi averne uno senza l’altro e Whoop fa un buon lavoro lì.

Whoop ne vale la pena?

Come ho detto all’inizio, l’hardware di Whoop è tecnicamente "gratuito", ma viene fornito con una tariffa mensile di $ 30. Se paghi in anticipo per un anno o un anno e mezzo, il prezzo scende rispettivamente a $ 24 o $ 18 al mese. Sento che la maggior parte delle persone inizia almeno con l’abbonamento mensile, quindi è su questo che ci concentreremo.

Recensione Whoop 3.0: migliorare la forma fisica monitorando il recupero

Continui a indossare Whoop mentre è in carica. Va bene perché la batteria dura solo 5 giorni al massimo. Cameron Summerson

Per iniziare, potresti chiederti cosa ti danno quei $ 30 al mese: voglio dire, tonnellate di tracker registrano i dati sul sonno e fanno una qualche forma di monitoraggio del riposo senza un servizio di abbonamento, giusto? Destra. Ma Whoop va alla grande qui. I grafici e i grafici sono dettagliati. Il rapporto settimanale ti consente di vedere una bella panoramica della tua fatica, del sonno, del riposo e del recupero. I rapporti mensili diventano assolutamente pazzi con il livello di dettaglio. Sono un nerd metrico e lo adoro.

Lo svantaggio è che il tracker è sempre, uh, tracciante, quindi la durata della batteria non è eccezionale per un dispositivo senza schermo. In media, dovevo caricarlo circa una volta ogni quattro o cinque giorni. Non è però del tutto negativo, perché Whoop si ricarica con un pacco batteria che si collega al dispositivo mentre lo indossi, quindi non devi mai toglierlo letteralmente. Lo scavo così tanto.

Anche l’interazione di Whoop con i suoi utenti è intima e dettagliata. Se hai un problema, domande o qualsiasi altra cosa, puoi parlare con una persona reale su Whoop. E non stiamo parlando di una risposta generica e preconfezionata da parte di qualcuno che ti indica un’altra documentazione. Una vera conversazione con una persona reale. Vanno ben oltre qui.

Non stai semplicemente pagando per un tracker che ti dice come hai dormito la scorsa notte. Questo è un impegno a lungo termine che diventa più prezioso man mano che lo usi. Se sei un atleta serio che ama seguire le tendenze e migliorare le prestazioni, allora Whoop è quasi sicuramente qualcosa in cui troverai valore.

Ma c’è il problema: se sei "un atleta serio". Inizialmente ero interessato a Whoop perché uno dei miei ciclisti preferiti, Ted King, ne parla su social. Allo stesso modo, la mia squadra di ciclisti professionistica preferita, EF Education First, collabora con Whoop. Voglio dire, se è abbastanza buono per i miei ciclisti preferiti su questo pianeta, allora deve essere abbastanza buono per me, giusto? (Forse.)

Non so se ti consideri un atleta serio. O un atleta a tutti. (Se ti alleni regolarmente e ti preoccupi delle prestazioni, sei un atleta. Punto.) Sono un atleta dilettante. Un atleta appassionato. O qualsiasi altra parola tu voglia usare per descrivere "per niente pro in alcun modo. Fratello, non corro nemmeno".

Ma mi preoccupo anche delle prestazioni e mi impegno a presentarmi nei giorni degli eventi. Quindi, Whoop è prezioso per me? Sì. E anche no.

Quando ho ricevuto il mio Whoop, quella era la domanda a cui volevo rispondere. Ho pensato che sarebbe stato un sì o un no facile, ma a quanto pare, è molto più sfumato di così. A questo punto, sono più combattuto che mai su Whoop. Perché indosso anche un Garmin.

Recensione Whoop 3.0: migliorare la forma fisica monitorando il recupero Recensione Whoop 3.0: migliorare la forma fisica monitorando il recuperoA sinistra: la funzione di ripristino di Whoop è statica per tutto il giorno; A destra: la batteria corporea di Garmin, che tiene traccia del riposo e del recupero durante il giorno. 

C’è un confronto molto più grande da fare tra Garmin e Whoop (cosa che farò nelle prossime settimane), ma il succo è che ottengo molto riposo e monitoraggio del recupero dallo strumento che già indosso ogni singolo giorno. Forse lo fai anche tu. Ed è qui che entra davvero in gioco il prezzo.

Il prezzo base di $ 30 al mese arriva a $ 360 all’anno. Per $ 360, puoi ottenere uno smartwatch / fitness tracker dannatamente carino. Come un Fitbit Versa, Garmin Versa 2, Garmin Forerunner 55, Garmin Instinct o molti altri. Tutti eseguono il monitoraggio del sonno e varie versioni del monitoraggio del recupero. Inoltre, ti dureranno per diversi anni.

Al prezzo di due anni di Whoop, anche nella fascia più bassa, potresti ottenere alcuni degli orologi di fascia più alta offerti da Garmin.

E questo non inizia nemmeno a coprire tutte le cose che fanno gli smartwatch reali che Whoop non può. Ad esempio, indica l’ora, mostra le notifiche e tieni traccia delle attività in tempo reale. Il compromesso è che il monitoraggio del recupero non è così buono. Non è nemmeno vicino.

Ciò mette la maggior parte degli atleti in una situazione difficile perché vogliono davvero entrambi. Ciò significa che stai sborsando centinaia per un orologio fitness affidabile e $ 30 al mese per Whoop in più. Essere un atleta è già costoso, ma sembra eccessivo.

Quindi, devi chiederti cosa è più importante per te: monitoraggio dell’attività o monitoraggio del recupero? È difficile avere il secondo senza il primo, ma è del tutto possibile avere il primo senza il secondo. Le probabilità sono che lo fai da anni.

Alla fine, sono combattuto su chi è Whoop. Una parte di me pensa che sia solo per gli atleti più seri che cercano di ottenere solo un po’ più di prestazioni. L’altra parte di me dice che è per l’atleta qualunque. Non quelli che hanno 20 ore a settimana per allenarsi, ma quelli che si allenano per cinque ore a settimana, fanno un lavoro a tempo pieno e hanno una famiglia da crescere.

Perché loro? Perché aiuterà l’utente a corto di tempo a ottenere il massimo dal proprio allenamento bilanciando il riposo e il recupero adeguati. Ho sempre pensato di aver fatto un buon lavoro con questo, ma Whoop mi ha aperto gli occhi. Di conseguenza, ho cambiato le mie abitudini di sonno e il mio carico di allenamento. Ora sono più consapevole delle mie abitudini del sonno, il che ha portato a un sonno migliore e più prevedibile. Ho anche abbassato leggermente il mio carico di allenamento per favorire il recupero. Non solo sento di dormire meglio ora, ma ho anche più energia durante il giorno perché non mi prosciugo completamente ogni giorno.

Quindi, significa che è per tutti? Si, più o meno.

Conclusione: il tracker di cui hai bisogno, ma probabilmente non quello che acquisterai

In definitiva, Whoop ha molto valore nella vita degli utenti che vogliono ottimizzare le prestazioni. Non importa se sei un atleta d’élite o un appassionato: tutti noi possiamo trarre vantaggio dal tipo di dati che Whoop offre. Punto.

Detto questo, il costo elevato dell’ingresso prenderà la decisione per molti (la maggior parte, anche), specialmente per chiunque tenga già traccia del sonno con un altro prodotto. Ma Whoop adotta un approccio molto diverso da quasi tutti gli altri, il che ha sicuramente il suo posto nel mercato.

Ma alla fine della giornata, devi chiederti se vale davvero la pena monitorare meglio il recupero. Se lo è, allora è difficile fare meglio di Whoop.

Voto: 7/10

Prezzo: $ 30/mese

  • Un tracker molto mirato per un tipo specifico di persona
  • Tiene traccia del recupero in modi significativi e attuabili

  • Abbonamento costoso
  • Nessuna visualizzazione o interazioni tangibili
  • Utilizzo estremamente limitato

Fonte di registrazione: www.reviewgeek.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More