...
🧑 💻 Recensioni e notizie dal mondo dei programmi, automobili, gadget e computer. Articoli su giochi e hobby.

Recensione HyperX SoloCast: un microfono minuscolo con piccoli problemi

5

Voto: 8/10?

– 1 – Immondizia calda assoluta

  • 2 – Una sorta di immondizia tiepida
  • 3 – Design fortemente imperfetto
  • 4 – Alcuni pro, molti contro
  • 5 – Accettabilmente imperfetto
  • 6 – Abbastanza buono da comprare in saldo
  • 7 – Ottimo, ma non il migliore della categoria
  • 8 – Fantastico, con alcune note a piè di pagina
  • 9 – Stai zitto e prendi i miei soldi
  • 10 – Assoluto Design Nirvana

Prezzo: $ 59,99

Eric Schoon

HyperX ha rilasciato un paio di microfoni nel corso degli anni, entrambi rivolti ai giocatori. Il SoloCast più piccolo e più economico potrebbe non sembrare molto a prima vista, ma nel mondo dei microfoni minuscoli, sta facendo tutto ciò di cui ha bisogno.

  • Costruzione compatta
  • Audio decente
  • Comodo silenziamento

  • Nessun software
  • Nessuna opzione per la regolazione dell’audio

Questi microfoni compatti, in mancanza di un termine migliore, sono diventati sempre più popolari nel corso degli anni, o almeno, suppongo che lo abbiano fatto perché continuano a essere rilasciati. Sono destinati a giocatori e streamer per la maggior parte del tempo, ma raramente li vedo utilizzati in entrambi i contesti. Non ho mai pienamente compreso i vantaggi di questi microfoni più piccoli, oltre a forse essere più facili da riporre.

Detto questo, SoloCast ha un aspetto molto migliore, dato che costa solo $ 59,99, un prezzo abbastanza buono per un microfono di un marchio come HyperX. Opzioni simili come il Blue Yeti Nano sono un po’ più costose, quindi è bello che uno di questi microfoni compatti sfrutti la loro statura più piccola per abbassare il prezzo.

Basterà questo per rendere questo microfono degno di essere acquistato? È meno costoso della maggior parte, ma ciò può essere fatto facilmente facendo sentire anche le parti cruciali del microfono più economiche. Quindi vediamo come HyperX ha abbassato il prezzo e se ne è valsa la pena.

Involucro efficiente

Recensione HyperX SoloCast: un microfono minuscolo con piccoli problemi

Eric Schoon

Il SoloCast misura appena cinque pollici di altezza, quindi non c’è molto hardware di cui discutere, ma quello che c’è qui è ancora solido. Il corpo del microfono è realizzato in plastica nera opaca con le uniche interruzioni che sono un logo HyperX tenue e un LED rosso brillante. Quest’ultimo è il tuo indicatore del microfono muto e piuttosto aggressivo. Quando il microfono è riattivato, rimane rosso fisso, ma quando è disattivato inizia a lampeggiare in rosso. Non c’è modo di disabilitare la luce, quindi se non sei un fan dei LED sui microfoni questo potrebbe essere sufficiente per considerare subito altre opzioni.

Se non ti dispiace la luce, allora fa il suo lavoro e niente di più. Non ci sono opzioni per personalizzarlo in alcun modo, infatti, non puoi assolutamente personalizzare questo microfono. Non c’è RGB, solo un pattern polare (cardioide per la precisione, che è il migliore per la parte anteriore del microfono) e, a differenza del fratello maggiore del microfono, il QuadCast, non c’è alcun software per metterlo a punto. HyperX NGENUITY, utilizzato per la maggior parte dei prodotti HyperX, si rifiuta persino di riconoscere l’esistenza di SoloCast.

Fondamentalmente, quello che vedi è quello che ottieni: l’unica cosa che non ho menzionato è il pulsante del microfono muto sulla parte superiore della griglia. Questo non è un pulsante standard, intendiamoci, è lo stesso tipo di touchpad più morbido che è presente sul QuadCast. In questo modo puoi semplicemente sfiorare il pulsante con il dito per attivarlo, ma penso che la funzione non sia stata implementata così bene come QuadCast. Probabilmente a causa dei limiti di dimensione, il pulsante mute sul SoloCast è molto più schizzinoso ed è stato difficile trovare il punto debole per attivare il pulsante e non causare feedback toccando troppo forte il microfono. Ci si abitua dopo aver usato il microfono per un po’, ma ci si aspetta di avere qualche problema con la disattivazione dell’audio per le prime due settimane.

Recensione HyperX SoloCast: un microfono minuscolo con piccoli problemi

Un confronto diretto delle dimensioni di HyperX QuadCast e SoloCast Eric Schoon

Per le dimensioni, è un microfono ben progettato, anche se un po’ banale. L’unica caratteristica che offre è il pulsante muto di facile accesso e tutto il resto si fonde semplicemente in questo vuoto a forma di pillola di nero e grigio, il che rende la scelta di un grande LED rosso brillante ancora estranea per me. Ma sto divagando.

Non ci sono veri svantaggi nel possedere un microfono compatto come questo dal punto di vista hardware; in effetti, ci sono alcuni vantaggi diretti in questa dimensione. Se hai il microfono davanti a te, è meno d’ingombro ed è più facile da riporre quando non è in uso. Tuttavia, non è qui che si trova il compromesso per il SoloCast, che si trova quasi esclusivamente nel reparto audio.

Audio decente per un microfono di dimensioni ridotte

I microfoni compatti sono uno svantaggio intrinseco quando si tratta di qualità audio. Sebbene la tecnologia interna sia ancora importante da considerare, c’è un motivo per cui la maggior parte dei microfoni ha le dimensioni che hanno: in parole povere, i corpi più grandi consentono a una tecnologia migliore di catturare più suono con una qualità superiore. Nonostante questo, SoloCast fa ancora un lavoro lodevole per i soldi.

Senza alcun software del produttore, rimarrai bloccato con il suono del microfono fuori dagli schemi. Il SoloCast ha una sorta di suono cavo ma forte che, sebbene non eccezionale, è sicuramente utile. Non lo vorresti per catturare accuratamente la tua voce, ma per le chiamate vocali o le comunicazioni in-game, questo è più che sufficiente. Ho sentito meglio da altri microfoni compatti, ma qui ottieni un suono di fascia media a un prezzo di fascia media.

Un microfono solido a un prezzo ragionevole

Recensione HyperX SoloCast: un microfono minuscolo con piccoli problemi

Eric Schoon

Il SoloCast ottiene praticamente ciò che si prefigge di fare. È un microfono compatto che offre hardware e qualità audio adeguata al prezzo e non molto altro. Problemi minori come il pulsante muto un po’ schizzinoso sono abbastanza facili da ignorare qui, e questa è un’ottima alternativa economica ai microfoni compatti più costosi.

Il mio unico vero problema sarebbe la mancanza di qualsiasi supporto software. Poter regolare il guadagno sarebbe stata una caratteristica estremamente utile, insieme forse ad alcune opzioni per il LED. Anche in questo caso, il SoloCast pronto all’uso è comunque un ottimo microfono e la mancanza di software lo rende un prodotto più semplice in un certo senso: non ci sono installazioni di cui preoccuparsi, basta collegarlo e iniziare.

Non sono ancora del tutto convinto della praticità di questi microfoni compatti in generale, ma il SoloCast è probabilmente il miglior sostenitore che abbia mai visto. Con un costo significativamente inferiore rispetto ai più diffusi microfoni USB, SoloCast si crea una nicchia confortevole nella fascia media. Se stai cercando un microfono di questa statura in questa fascia di prezzo, non c’è un’opzione migliore. E anche se sei come me e non comprendi appieno i vantaggi dei microfoni più piccoli per l’uso quotidiano, è comunque una scelta solida rispetto a microfoni di dimensioni standard di prezzo simile.

Voto: 8/10

Prezzo: $ 59,99

  • Costruzione compatta
  • Audio decente
  • Comodo silenziamento

  • Nessun software
  • Nessuna opzione per la regolazione dell’audio

Fonte di registrazione: www.reviewgeek.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More