...
🧑 💻 Recensioni e notizie dal mondo dei programmi, automobili, gadget e computer. Articoli su giochi e hobby.

Linux espande il supporto nativo per Mac M1 con il nuovo kernel 5.15

1

Apple, Linux

Portare il supporto di Apple Silicon su Linux è un compito complicato. Ma il nuovo kernel Linux 5.15 espande notevolmente l’usabilità sui sistemi M1 grazie alle ottimizzazioni dei driver e un nuovo driver sviluppato nel progetto open-source Asahi Linux.

Solo per essere chiari, stiamo parlando di supporto nativo. Linux funziona bene su M1 se usi una macchina virtuale, ma se vuoi sbloccare tutta la potenza di M1 e trasformare il tuo Mac in un mostro Linux, devi avviare direttamente in Linux.

Tecnicamente parlando, Linux ha ottenuto il supporto per Apple Silicon con la versione 15.3 del kernel, ma è ancora un importante lavoro in corso (Apple blocca molti dei suoi sistemi e i driver grafici dell’azienda sono confusi). Le funzionalità chiave come la grafica accelerata non sono ancora supportate da Linux su M1.

La versione odierna di Linux 5.15 dovrebbe aggiungere il supporto per le interfacce USB e PCI Apple Silicon, espandendo notevolmente l’usabilità di Linux sui Mac M1. Dovrebbe anche far funzionare il driver dello schermo, una piccola ma significativa pietra miliare per l’esecuzione nativa delle distribuzioni Linux sui computer Apple più recenti.

Se sei un fan di Linux che non vede l’ora di trasformare un potente MacBook Pro M1 Max in una pazza macchina open source, probabilmente dovresti aspettare. L’esecuzione di Linux in modo nativo su Apple Silicon non è ancora un’esperienza piacevole. Detto questo, l’aggiornamento di oggi è un segno di ciò che verrà. Ci aspettiamo che Linux supporti l’accelerazione GPU e altre funzionalità chiave di Apple Silicon in una versione imminente.

Fonte: Linux (1, 2) tramite DebugPoint

Fonte di registrazione: www.reviewgeek.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More