...
🧑 💻 Recensioni e notizie dal mondo dei programmi, automobili, gadget e computer. Articoli su giochi e hobby.

Google mostra il suo chip tensore, la centrale elettrica dietro Pixel 6

3

Google

Hai mai la sensazione che qualcosa ti stia trattenendo? I produttori di telefoni sono stati bloccati nell’utilizzo dei chip Qualcomm Snapdragon per anni e, sebbene questi processori possano essere potenti, non sono adatti a tutti. Ecco perché i nuovi Pixel 6 e Pixel 6 Pro funzionano con il primo processore interno di Google, il chip Tensor . Ma perché Tensor è molto meglio per Google?

Secondo Google, tutto si riduce all’intelligenza artificiale e all’apprendimento automatico. No, Google non sta cercando di trasformare il tuo telefono in Terminator: vuole utilizzare l’intelligenza artificiale per migliorare la qualità della fotocamera, ridurre in modo intelligente l’utilizzo della batteria e abilitare funzionalità di traduzione in tempo reale velocissime per conversazioni o live streaming nel mondo reale.

Come funziona il chip tensore?

Google mostra il suo chip tensore, la centrale elettrica dietro Pixel 6

Google

Come spiegato da Google, le moderne app e software per smartphone sono "eterogenei", il che significa che devono estrarre risorse da diverse parti di un processore per funzionare a una velocità accettabile. Gli algoritmi avanzati di apprendimento automatico sono particolarmente esigenti e, di conseguenza, i chip Snapdragon non può sbloccare tutto il potenziale dei sistemi avanzati di intelligenza artificiale di Google.

Il chip Tensor a 5 nm e otto core è leggermente diverso. Può ospitare processi più eterogenei rispetto ai processori mobili concorrenti grazie a un design unico: altri chip mobili hanno un solo core ARM Cortex-X1, ma il Tensor racchiude due core ARM Cortex-X1 funzionanti a 2,8 GHz. Questi potenti core possono lavorare insieme per destreggiarsi tra compiti impegnativi, offrendo prestazioni di intelligenza artificiale che semplicemente non sono possibili su Snapdragon.

Tensor dispone anche di due core Cortex A76 di medie dimensioni da 2,25 GHz, più quattro piccoli core A55 da 1,8 GHz. Questi core aggiuntivi dovrebbero aiutare i telefoni Pixel a destreggiarsi tra più processi di intelligenza artificiale senza rallentare le prestazioni dell’app o del sistema. E come molti SoC Android, il Tensor racchiude un core grafico Mali-G78, in grado di migliorare le prestazioni di gioco e ridurre i tempi di rendering della fotografia computazionale.

Ma non è tutto. Google ha anche inserito un core di sicurezza Titan M2 nel chip Tensor per aiutare a proteggere i clienti dagli attacchi. Il core Titan M2 aiuta i telefoni Pixel a resistere a problemi di tensione, iniezione di guasti laser e altri attacchi avanzati che criminali molto stupidi potrebbero utilizzare per cercare di rubare i tuoi dati privati.

Un’ultima cosa che vale la pena notare: Google può ottimizzare Tensor in piccoli modi di cui potremmo non essere a conoscenza. La società ha detto tranquillamente che parti della sua funzione HDRNet sono incorporate in Tensor e che questa inclusione consente la registrazione 4K 60FPS su Pixel 6.

Quanto è "veloce" il tensore?

Google mostra il suo chip tensore, la centrale elettrica dietro Pixel 6

Google

Non dovrebbe sorprendere che Tensor sia il chip più veloce mai utilizzato in un telefono Pixel. I precedenti telefoni Google utilizzavano processori molto modesti, come il Qualcomm Snapdragon 765G che abbiamo ottenuto con il Pixel 5.

Ma l’affermazione di Google secondo cui Tensor è "l’80% più veloce" dello Snapdragon 765G è un po’ traballante. I primi benchmark mostrano che, in senso tradizionale, Tensor dovrebbe offrire prestazioni paragonabili allo Snapdragon 888 o all’Exynos 2100. (Soprattutto quando si gioca, dato che il Tensor ha una configurazione GPU piuttosto standard.)

Sembra che la metrica "80% più veloce" di Google abbia più a che fare con i processi di intelligenza artificiale rispetto alle attività quotidiane o ai giochi. Quindi il Tensor è veloce o no?

La risposta è semplice: Tensor offre prestazioni di punta per le attività quotidiane e accelera i processi che non credevi fossero lenti. Ciò significa che l’Assistente Google, la fotografia, la voce in testo e altre funzionalità incentrate su Google dovrebbero essere molto più scattanti su un Pixel 6 rispetto ai precedenti telefoni Google.

Cosa rende possibile il tensore?

Google mostra il suo chip tensore, la centrale elettrica dietro Pixel 6

Google

Sarò il primo a dire che l’IA è confusa e poco attraente. La maggior parte delle persone vuole solo che il proprio telefono funzioni e il software del cervello grosso raramente è intuitivo. Ma i processi di intelligenza artificiale abilitati da Tensor avvantaggiano gli utenti Pixel in diversi modi semplici e diretti. Google non sta complicando eccessivamente i suoi telefoni; sta rendendo i telefoni più utili e utilizzabili dalle persone normali.

La fotografia computazionale è un esempio ovvio qui. Google si affida all’IA per elaborare le foto sul Pixel e un’IA più potente si tradurrà in foto migliori. Apre anche la porta a semplici strumenti di fotoritocco, come le nuove funzioni Magic Erase e Face Unblur su Pixel 6.

Ma Tensor apporta anche importanti miglioramenti al riconoscimento vocale, portando a funzionalità di sintesi vocale più accurate e uno strumento di traduzione in tempo reale più veloce. Per coloro che odiano la digitazione su un telefono, Pixel 6 stabilisce lo standard di riferimento per il talk-to-text. E se hai bisogno di parlare con qualcuno in un’altra lingua, Live Translate ti consente di farlo digitando o aspettando che si carichino cazzate.

Tensor apporta molti altri miglioramenti agli utenti Pixel e offre a Google la possibilità di introdurre nuove funzionalità basate sull’intelligenza artificiale in futuro.


Chiaramente, Google si sta distinguendo da tutte le altre marche di telefoni concentrandosi su queste pratiche funzionalità AI. Il nuovo Pixel 6 costa solo $ 600, ma considerando la sua velocità, la qualità della fotocamera e le caratteristiche uniche dell’IA, può competere con i telefoni di punta da $ 1.000.

Non siamo sicuri di come Google utilizzerà Tensor in futuro. Forse proverà a inserire i chip nei suoi Chromebook o persino a vendere chip Tensor personalizzati ad altri produttori di telefoni. Ad ogni modo, Qualcomm dovrebbe essere preoccupato. Snapdragon potrebbe essere in via di uscita.

Fonte di registrazione: www.reviewgeek.com

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More